COMPACT-FLASH CARDS

E LA VERTIGINOSA EVOLUZIONE DI MERCATO

________________________________________________________________

L'avvento massiccio del digitale, a fine anni '90, ha portato un'accelerazione vertiginosa
nello sviluppo della tecnica ed una continua evoluzione dei prezzi al consumo, fattori cui siamo
ormai assuefatti ma che emergono in tutto il loro clamore analizzando le caratteristiche di
alcune schede di memoria che ho acquistato nel tempo...ormai si brucia tutto in millesimi
di secondo, lasciando per˛ nell'utente un amaro retrogusto di non-senso.
________________________________________________________________



tre schede compact-flash che ho acquistato nel tempo: nel 1999 la Lexar da 32Mb,
nel 2002 il microdrive IBM da 1Gb e nel 2006 la
Sandisk Extreme III da 4Gb

 



Le tre schede con parte dell'imballo originale; la Lexar da 32Mb, oggi ridicola,
soltanto sette anni fa costava 240.000 lire: oggi ci si acquisterebbe una scheda da 2Gb;
nel 2002 i 370 euro pattuiti per il microdrive da 1Gb mi parvero un vero affare, mentre
oggi, dopo solo 4 anni, potrei acquistare 6 compact-flash da 1Gb cadauna; la Sandisk
Extreme III da 4Gb, oggi sulla cresta dell'onda, costa un abbordabile 225-235 euro;
chissÓ a che prezzo di saldo sarÓ spacciata fra due o tre anni?.....




In questa praticissima pochette GePe (antistatica, stagna e galleggiante) ho raccolto
un po' la storia delle schede Compact-Flash: dapprima oggetti quasi spaziali e costosi,
con l'avvento del microdrive IBM si arriv˛ al mitico Gb a  prezzi umani, e questo piccolo
gioiello in miniatura rappresent˛ un'autentica pietra  miliare; successivamente la Compact-
Flash modello "base" riuscirono ad essere competitive sul prezzo nei confronti dell'HD
miniaturizzato, tacciato di fragilitÓ e vulnerabilitÓ agli urti, eguagliandolo in capacitÓ di
memoria; infine, il fronte dilag˛ con le ultime versioni ad altissimo bit-rate, previste per
sopravvivere ad escursioni termiche infernali, in grado di registrare fino ad 8Gb e
addirittura dotate di micro-switch Fat 16/Fat 32; e domani?..........
________________________________________________________________

CONTATTO
                          ARTICOLI  TECNICI  FOTOGRAFICI